Atlantic RIB Crossing 2015

Da Palermo a Rio de Janierio. Questo il grande sogno del Comandante Sergio Davì. Attraversare l’Oceano Atlantico a bordo di un gommone di 9 m e percorrere circa 6000 miglia nautiche in 300 ore di navigazione.

Un progetto molto ambizioso e impegnativo sia dal punto di vista umano sia tecnico. La traversata avrebbe stabilito un nuovo record, nessuno infatti prima d’ora aveva tentato di attraversare l’Oceano su un mezzo normalmente concepito per il diporto costiero. Sette i paesi conivolti: Italia, Tunisia, Algeria, Marocco, Isole Canarie, Capo Verde e Brasile.

Putroppo però il viaggio è stato interrotto a largo delle Isole Canarie a causa di un imprevisto incendio al vano motori. L’equipaggio ha prontamente reagito evitando che l’incidente si trasformasse in tragedia ma l’entità dei danni non ha permesso la continuazione della missione.

Un sogno lasciato a metà dunque, che dopo lo sconforto iniziale non ha fatto altro che alimentare ancora di più la voglia di rivincita e che ha portato alla nascita della Ocean RIB Experience, ma questa è un’altra storia..

  • Rotta: Palermo – Rio de Janeiro
  • Itinerario: Italia, Tunisia, Marocco, Isole Canarie, Capo Verde, Brasile
  • Partenza: 11 febbraio 2015
  • Arrivo: interrotta a Lanzarote causa incedio a bordo il 9 marzo 2015
  • Crew: 3
  • RIB: Elenka – Noah29 8.6m
  • Motori: 2x200hp diesel efb
  • Miglia nautiche: stimate 6000, percorse 1670
  • Ore di navigazione: stimate 300, realizzate 100
  • Giorni di navigazione: stimati 70, realizzati 27
  • Consumo totale diesel: stimato 13.000 litri

Diario di bordo della missione

Lunedì 12 Gennaio – Io ed il mio equipaggio siamo pronti per la partenza da Sabato 17! Ma purtroppo per le avverse condizioni meteo previste per il fine settimana la partenza sarà rinviata di qualche giorno alla prima finestra di bel tempo favorevole al mollare gli ormeggi…

Mercoledì 21 Gennaio – IL METEO NON CI PERMETTE ANCORA DI MOLLARE GLI ORMEGGI. Oggi teleconferenza con Navimeteo che ci ha informati di condizioni meteomarine fortemente avverse nel Canale di Sicilia e al largo dell’Algeria. Si prevede che tali condizioni persistano sino a metà della prossima settimana. Cominciamo a sentire un po’ di “mal di terra”… la voglia di partire è davvero tanta! Vi informeremo sulla data di partenza 48 ore prima. Tenetevi pronti!

Febbraio 2015

Marzo 2015

Chiusura del diario

Galleria Immagini

Menu